MASARU MIURA


Discende per dinastia materna da un’antica famiglia di Samurai e nasce a Shizuoka nel 1939.
Il suo cammino sulla Via del Karate inizia all’età di 13 anni. Più tardi, durante gli studi universitari, egli continua la pratica sotto la guida del M° Nakayama, secondo le più limpide regole dello stile Shotokan, presso la prestigiosa Takushoku University, nota per essere stata il più importante Centro di formazione per istruttori di Karate.
La laurea in Economia e Commercio non riesce a frenare l’amore per il Karate-Dō, che lo spinge ad abbandonare il Giappone per venire in Europa per insegnare l’Arte Marziale. Pur ottenendo grandi risultati sia nell’apprendimento sia nelle competizioni il M° Miura, con il passare del tempo, si rese conto che l’applicazione delle regole base dello Shotokan normalmente seguite erano molto limitanti per il suo fisico (le norme basilari dello Shotokan sono molto legate alla prestanza fisica del praticante). Inoltre, in ogni praticante la prestanza fisica va giocoforza affievolendosi nel tempo e così l’efficacia delle impostazioni standard dello Shotokan diminuisce progressivamente con l’avanzare degli anni del praticante.
Grazie agli studi paralleli delle altre Arti Marziali giapponesi (Judo, Aikido, Kendo), il M° Miura si accorse che gli stessi principi fondanti di queste arti (cedevolezza, precisione, non utilizzo della forza) sono in realtà i medesimi principi del Karate.
Iniziò, quindi, a studiare la geometria dei contatti nel combattimento, la fisica dinamica delle forze e naturalmente l’animus tipico del Budo. Si accorse che, agendo su questi fattori, si potevano cambiare radicalmente i limiti dell’insegnamento più tradizionale.

Nel 1964 inizia l’insegnamento in Italia, prima a Torino e poi a Milano, dapprima come Maestro della Fnik poi, nel 1968 nell’Aik prima e nella Fesika poi.

Nel 1977 il M° Miura crea la S.K.K.-Italia, poi divenuta S.K.I.-I., che in breve tempo acquista rilievo notevole sul territorio nazionale. A seguito di questo successo, partecipò alla fondazione della Shotokan Karate-Dō International Federation S.K.I.F. di Kanchō Hirokazu Kanazawa che nel frattempo si è separato dalla JKA. La sua opera di insegnamento in Italia dura quindi da più di 45 anni e la ricerca che egli conduce, visibile nell’evoluzione costante delle tecniche, pur nel rispetto della tradizione, è la chiara dimostrazione di come il Karate-Dō sia veramente un percorso senza fine.

La Sua fama e l’alto livello del Suo insegnamento fanno sì che il Maestro venga invitato a tenere lezioni e stages in tutto il mondo, dove lascia una traccia profonda in tutti coloro che hanno l’occasione di incontrarlo, oltre che per il Suo indiscusso livello tecnico anche per le Sue doti umane. E’ indubbio che il M° Miura è uno dei personaggi che ha fatto la storia del Karate in Italia.

Il suo grado è cintura nera 9° Dan.


I VOSTRI CONTRIBUTI

Armando, ex allievo del Maestro Giovanni Gallato della Shotokan di Rosolini, in provincia di Siracusa, ci scrive:

“Non dimentico una frase che disse il M° Miura durante uno Stage da lui diretto tanti anni fa: Se il kimono lo lavi non puzza, ma se lo lasci mesi, anni, allora puzza. Aveva ragione, mai smettere di allenarsi!”



ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA
Via Manno 60, 09123 Cagliari (CA)
C.F. 92002810924
AFFILIATA E.P.S. – A.S.I. – COD. SARCA0347
Tel: 349 399 1736

Pin It on Pinterest